Aeroplani Storici Francesi negli Aero Club

Historic French Airplanes in Aero Clubs

01 Agosto 2021
Aircraft: Dewoitine D.510

Registrazione: SPA 153

A La Sénia – Les Dewoitine 510 du GC I - 4 - SPA 153 (foto Alain Barria)

A La Sénia – Les Dewoitine 510 du GC I - 4 - SPA 153 (foto Alain Barria)

L'Idrovolante francese LOIRE L.70

Nieuport-Delage 62 a Blida gennaio 1939

Bloch 200 del gruppo bombardieri della Tunisia, Blida 1937

Bloch 200 squadriglia VR 552, incidentato

Bloch 210 a Blida 1939

Bloch 120 «Canopus» e in secondo piano un Caudron Goeland all'aeroporto Maison-Blanche

Bloch 220 d’Air France 1946

Bloch 220 della LAM (Linea Aerea Militare) a Maison-Blanche Reg: F-AOHD

Bloch 220 e Lockheed della LAM a Maison-Blanche Reg F-AOHD

Il Dewoitine 510 era un aereo da caccia francese progettato dall'ingegnere francese Émile Dewoitine e costruito dalla SAF Société Aéronautique Française (Avions Dewoitine) negli anni '30. Velivolo a struttura metallica ad ala bassa, con carrello fisso provvisto di due barre di rinforzo.
Volò per la prima volta nel 1934 e la produzione continuò fino al 1939.

Il propulsore era Hispano-Suiza HS-12Y, con potenza di 860 hp.

L'Hispano-Suiza 12Y era un motore aeronautico francese della fine degli anni '30. Sa rà utilizzato per l'aereo MS-475 Vanneau con 1000 Hp (750kW).
Prodotto in URSS con il nome Klimov M-100 e costituirà la base per le produzioni su licenza come il motore della serie dei Klimov VK-105.

L'armamento del ponte consisteva in un cannone da 20 mm e due mitragliatrici da 7,5 mm.
Differenti versioni furono prodotte ed entrarono in servizio nell'aeronautica francese anteguerra. Non ebbe un rilevante ruolo come caccia durante la Seconda Guerra Mondiale con dei compiti subalterni di aereo ricognitore.

Idrovolante francese LOIRE L.70

L'Idrovolante francese LOIRE L.70

L'Idrovolante francese LOIRE L.70 era sopranominato "le Grand-duché de Cornouaille" idrovolante passeggeri, fu messo in linea di servizio nel 1937. Non diede buona prova di sè per la sua incapacità di essere un buon aereo, come tutti gli idrovalanti dell'epoca, del resto.
Con una velocità di crociera di 170 km-h con una altitudine massima di 3000 mt. è derivato direttamente dal modello precedente il Loire 50. Progettato dall'ing. Kerguistel nello studio di progettazione di Loire Saint-Nazaire.

Nieuport-Delage 62

Nieuport-Delage 62 a Blida gennaio 1939

Il caccia NiD.62, aereo che segna il primo tentativo di abbandonare la struttura del biplano per adottare la struttura a una sola ala.
Il suo predecessore il NiD.52 apparso nel 1927 aveva la struttura in legno e venne conservata anche per il NiD.62.
Furono prodotti in numero maggiore di 300 e furono venduti all'Aeronautica e Marina franese. Il suo successore NiD.622 non ebbe una vita lunga e la sua cotruzione fu abbandonata poiché le sue performance erano divenute obsolete.

Bloch 200

Bloch 200 del gruppo bombardieri della Tunisia, Blida 1937

Bloch 210

Bloch 210 a Blida 1939

Bloch 120 «Canopus» e in secondo piano un Caudron Goeland all'aeroporto Maison-Blanche

Bloch 220 anno 1946

Bloch 220 d’Air France 1946

Bloch 161 anno 1941

Bloch 161 Reg: F-AQJB a Maison-Blanche il 20 marzo 1941, dopo la cessazione dell'attività di Air Afrique

Bloch 161 Reg: F-AQJB

Marcel-Bloch 81

Aereo sanitario evaquazione feriti Marcel-Bloch 81 Setif 1938

Aereo sanitario evacuazione feriti Marcel-Bloch 81 Setif 1938

Breguet 14

Il Breguet 14 effettuerà il suo primo volo il 21 Novembre 1916 raggiungendo la velocità di 179 km/h quando il suo predecessore Breguet-Michelin, raggiugeva appena 130 km/h.

L'aereo è un biplano con il posto pilota davanti, costruito in alluminio e nella sua versione militare è motorizzato con un motore V12 Renault Fe, concepito per erogare 300 cavalli di potenza.

Nel 1917, la Renault iniziò la produzione del Modello 12 Fe, un motore V-12 raffreddato ad acqua, montato sul Breguet XIV A2 dell'esercito e il bombardiere notturno Voisin X.
Si rivelerà un motore affidabile e capace di sopportare egregiamente lo stress dell'usura. Photo courtesy: https://airandspace.si.edu/collection-objects/

Breguet 14 della 1ma squadriglia del Gruppo GAA

Breguet 14 del 3° gruppo GAA

Breguet 14 del 2° gruppo GAA a Colomb Bechar 1928

Breguet 19

Breguet 19

Breguet 27 comandante Le Gal Pennès a Fort Flatters (Algeria) 1937

Il Breguet 27 era un aereo da ricognizione biplano degli anni '30, costruito per l'Armée de l'Air (Aeronautica militare francese).
I Breguet 27 rimasero in servizio fino allo scoppio della seconda guerra mondiale.

Potez 25 1934

Potez 25 1934

Potez 29

Potez 29 per trasporto feriti Squadriglia VR 548

Potez 29 per trasporto feriti Squadriglia VR 548

Farman 222

Aeroplano bombardiere pesante con 4 persone d'equipaggio, volò la prima volta nel 1937. Dotato di 2 motori Hispano-Suiza 12Lbr da 600 hp.

Farman 222 del GB (Gruppo Bombardieri) a Blida 1939

Farman 222 incidentato a Blida 1939

Amiot 143

Amiot 143 guppo bombardieri a Aoulef dicembre 1937

Amiot 143 guppo bombardieri a Aoulef dicembre 1937

Aeroplano LeO 20

Aviazione militare francese crea una linea di collegamento postale tra il Marocco e la Tunisia con aeroplani LeO 20 1935

Aviazione militare francese crea una linea di collegamento postale tra il Marocco e la Tunisia con aeroplani LeO 20 1935

Aeroplano Morane 406

Morane 406 regolaggio del tiro Blida 1939

Morane 406 incidentato Blida 1939

Nel 1908, i fratelli Gaston e René Caudron costruirono insieme il loro primo aereo. Era abitudine testare i velivoli nella versione non motorizzata , come aliante. Nel 1930 avenne la stessa cosa per il C.270 Luciole.

La Luciole esisteva in più versioni, dalla C.270 alla C.278, che si distinguono tra loro per piccole differenze oltre che per la loro motorizzazione e tutti avrebbero potuto montare il (motore radiale Salmson Type 7Ac) (vedi foto).

Motore Salmson Type 7Ac, sette cilindri a stella raffreddato ad aria. Montato sul biplano Caudron C.270. Musée volant Jean-Baptiste Salis, Ferté-Alais, juillet 2015.
Questo motore fu montato sul Caudron C.190, C.220 et C.270, certi tipi di Farman F.230 (variante F.234, modello 7Ac), anche il Farman trimotore F.280, l' Hanriot H.41, i Morane-Saulnier MS.130 et MS.147, et sur le Potez 36.

Biplano per l'apprendimento al volo e il turismo con ali pieghevoli, il Luciole è stato ampiamente utilizzato dai club di volo dal 1936.

I giovanissimi Charles e Marcel Durandeux davanti al Caudron C.270 Luciole Reg: F-ALUT di Fernand Durandeux. Le Caudron C.270 Luciole è il solo che monta un motore radiale Salmson 7c.

I giovanissimi Charles e Marcel Durandeux davanti al Caudron C.270 Luciole Reg: F-ALUT di Fernand Durandeux.

Farman F-393 Reg: F-ANHI di Jean Noël pilotato da Delarue, gennaio 1935

Miles M.14 Magister

Il Miles Magister era un addestratore tandem a due posti costruito da Miles Aircraft per la Royal Air Force (RAF) e la Fleet Air Arm. Affettuosamente soprannominato "Maggie", il Magister deriva dagli aerei civili Hawk Major e Hawk Trainer. È il primo monoplano progettato specificamente come velivolo da addestramento per la RAF. Essendo un monoplano ad ala bassa, il Magister era un eccellente velivolo di transizione per i futuri piloti di Spitfire e Hurricane.

Grisot davanti al Miles Magister Reg: F-BDPO

Le Miles Magister Reg: F-BDPO e il Fairchild Reg: F-OACJ

Miles Magister F-BDPO acquistato dall'Aero Club d’El-Oued Photo Guy Dournac

Fairchild 24 Reg: F-OACJ Photo Guy Dournac

Fairchild 24 Reg: F-OACJ Photo: Guy Dournac

Il Mauboussin Corsaire pilotato da Eugène Fauché e Eugène Porte quest'ultimo proprietario dell'aeroplano, da Orly nel mese di Marzo 1935, fino ad Algeri

Il Mauboussin Corsaire pilotato da Eugène Fauché e Eugène Porte quest'ultimo proprietario dell'aeroplano, da Orly nel mese di Marzo 1935, fino ad Algeri. Reg: F-ANGM

Il Mauboussin Corsaire pilotato da Eugène Fauché e Eugène Porte quest'ultimo proprietario dell'aeroplano

Il Fairchild 24 anno 1949 Reg: F-OAAX

Bimoteur SETCA Pétrel

Il prototipo bimotore "SETCA Pétrel" dotato di due motori Régnier da 90 Hp

I due motori Régnier da 90 Hp

Il prototipo cade su una casa

Potez 36 del Dr Tillier Reg: F-ALTM

Il Potez 36 del Dr Tillier Reg: F-ALTM

Il Potez 36 del Dr Tillier Reg: F-ALTM

Il Potez 36 di Henri Giroud Reg: F-ALKA

Le Potez 36 F-ALYM, arrivé en octobre 1932, premier avion de l’Aéro-club de Constantine

Il Potez 36 Reg: F-ALTO "Città di Blida" luglio 1932, davanti un hangar militare

Potez 36 Reg: F-ALTO "Città di Blida" luglio 1932, davanti un hangar militare

Potez 43 Reg: F-AMJD dell’Aero Club di Berkane (Marocco) novembre 1934

Piel Emeraude CP30

L’Emeraude Reg: F-OBLO incidentato giugno 1959

Il 26 aprile 1931 nell'ippodromo di Sidi-Mabrouk, la Pattuglia Tricolore con i Morane-Saulnier 230

Morane-Saulnier M.S.191

Piloti, allievi e soci dell'Aeroclub d’Oranie attendono l'arrivo dei primi aeroplani-scuola Morane-Saulnier 191 a La Sénia, 1930 Reg: F-AJMN

Piloti, allievi e soci dell'Aeroclub d’Oranie attendono l'arrivo dei primi aeroplani-scuola Morane-Saulnier 191 a La Sénia, 1930 Reg: F-AJMN

Morane–Saulnier MS.35

Morane Saulnier 35 Reg: F-AIHH della Compagnia aerea francese davanti ghi hangar di La Sénia

Morane-Saulnier 139

Il pilota istruttore Vilette e Jean-Marie Fraix davanti il Morane-Saulnier 139 Reg: F-AILX di Roger Vuillemenot e Vidal Photo Armande Fraix

Il pilota istruttore Vilette e Jean-Marie Fraix davanti il Morane-Saulnier 139 Reg: F-AILX di Roger Vuillemenot e Vidal Photo Armande Fraix

Lo SFAN 2 Reg: F-PCZY acquistato nel 1952 da Maurice Faure di Redjas

Nord 1002 Pingouin

Il Nord 1002 Reg: F-OBHO arrivato all'Aéro-club de Blida-Mitidja 1960

Il Nord 1002 Pingouin Reg: F-BDRF del Circolo del SGAC

Starck AS 70      Percival Proctor

Lo Starck AS 70 Reg: F-PCIF di Roger Pillet 1958

Percival Proctor a Paul-Cazelles febbraio 1958

Airspeed AS.65 Consul

Nel 1945 al termine della seconda guerra mondiale, l'Inghilterra si trovò con un numero rilevante di aerei in eccedenza e non utilizzati anche se in buone condizioni. Fra questi l'AS.65 Consul revisionato per continuare il servizio come addestratore plurimotori, già in forza durante la guerra presso la Libera Aeronautica Francese (Free French Air Force), come l'Airspeed AS.10 Oxford.

Aeroplano britannico costruito dalla Airspeed Limited, usato come aereo da addestramento durante la guerra Airspeed Oxford e modificato successivamente per un uso civile capace di cinque o sei posti, prodotto dal 1937 al 1945.

Per vendere il suo nuovo velivolo l'AS.65 Consul, il produttore Airspeed si rivolse ai mercati emergenti degli affari e dei taxi aerei, nonché al mercato militare per il trasporto di alte personalità.

Se esternamente l'Airspeed AS.65 Consul era in sostanza un AS.10 Oxford da trasporto, esistevano alcune differenze: per prima cosa i motori radiali a nove cilindri americani Pratt & Whitney R-985 Wasp Junior con una potenza di 450 cavalli, furono rimossi e sostituiti dai motori radiali a sette cilindri da 310 Hp

Il Pratt & Whitney R-985 Wasp Junior era un motore radiale ampiamente utilizzato negli aerei americani a partire dagli anni '30 a 300 CV. Era una versione ridotta dell'originale R-1340 e il secondo della famiglia Wasp. Negli anni '40, l'R-985 era di 450 hp di potenza.

Armstrong-Siddeley Cheetah Mk-10, ognuno dotato di un'elica metallica, (motori più economici e presenti in gran numero nei depositi, successivamente acquistati da Loneragans per le compagnie di charter civile del dopoguerra).

Motore radiale sovralimentato a sette cilindri raffreddato ad aria. Capacità 13,65 litri. Peso 289 chilogrammi. Prestazioni: 310 Hp a 2100 giri/min a 1829 m. Collettore di tipo B. Trattore sinistro. Progettato per eliche a passo fisso.

Airspeed AS.65 Consul Reg: F-BCJL

Airspeed AS.65 Consul Reg: F-BCJL

Consul agosto 1947, geologi in missione

Airspeed AS.65 Consul di Léon Challe, al centre a testa nuda

Airspeed AS.65 Consul di Léon Challe, al centro a testa nuda

Consul AS65 a Ouargla 1954 Reg: F-BECD

Aeroclub d'Algeria

En 1961, la flotta dell'Aéro-club de la Mitidja