Potez 25 TOE Aeropostale francese di grande successo alla fine degl'anni '20

Potez 25 TOE french aeropostale of great success at the end of the 1920s

28 luglio 2023

Potez 25 1934

Il Potez 25 fu un aeroplano robusto è affidabile degli anni '20
Progettato in quegl'anni, era uno sviluppo del Potez 24. Questo biplano a due posti era utilizzato come bombardiere e aereo da ricognizione in uso militare e come aereo postale in quello civile.

Alla fine del 1920 e all'inizio del 1930, questo aereo fu adottato dalle diverse forze aeree di molti paesi tra cui Francia, Polonia e Stati Uniti, una macchina standard in grado di svolgere varie missioni: caccia, scorta, bombardamento e ricognizione. Era anche popolare tra gli operatori privati ed era impiegato da alcune compagnie aeree francesi nei collegamenti con i territori delle colonie africane e asiatiche.

L'industria francese Potez esordì in veste post bellica nel 1919 fabbricando il biposto Potez 25 versione migliorata e potenziata del Potez 24. Alla fine del 1923, la Henry Potez Aircraft Company iniziò la produzione del riuscito biplano da ricognizione Potez 25 che si dimostrerà in quesgl'anni un velivolo capace di svolgere varie missioni, robusto e affidabile in campo militare e civile.

Il prototipo di questa macchina denominata Potez 25 (o XXV) fu terminato nel 1924, con l'adattamento di un motore più grande e più potente, quanto un nuovo piano alare rispetto al Potez 24. Questo nuovo modello progettato da Louis Coroller non era più un biplano rigoroso, ma si avvicinava al sesquiplano (biplano dove l'ala superiore è lunga una volta e mezzo quella inferiore), di tipo Nieuport 11 con un piano inferiore notevolmente più piccolo del piano superiore. In uso militare furono costruite due versioni principali, il 25 A2 da ricognizione e la 25 B2 da bombardamento e ricognizione.
Partecipò nel 1924 all'esibizione Aeronautica di Parigi l'antesignano dell'odierno Salone dell'Aéronautique et de l'Espace.

Non ci sono documenti che indicano che il velivolo presentato in quell'occasione, abbia volato, il 10 agosto 1925 fu effettuato un test di volo che permise al prototipo di effettuare un faticoso ma riuscito tour, con scali nelle capitali europee del Nord e centro. L'anno successivo compirà un volo analogo con tappe nelle principali città dell'Europa meridionale e del Nord Africa. Queste imprese valsero al Potez 25 un'ottima reputazione tanto che crebbero le ordinazioni sia militari che civili. La consistenza delle richieste obbligarono il fabbricante a produrre innumerevoli sottotipi dotati di motori differenti con non meno di 87 versioni specifiche dichiarate, ai modelli con motore in linea se ne unirono altri con diverse opzioni di motore stellare ed alcuni utilizzarono dei derivati del diffusissimo Bristol Jupiter inglese fabbricati in Francia. Le versioni 25 A.2 da ricognizione e 25 B.2 daa bombardamento furono particolarmente numerose.

Forse il modello che ebbe maggiore successo fu quello in dotazione all'Aeropostale antesignana francese del trasporto postale di tutti i paesi. Un altro velivolo che contese il primo posto al Potez fu il Latecoere 28-1 monoplano con le stesse caratteristiche di volo e impiegato con successo con l'Aeropostale. Furono consegnati tra il 1929 nel 1930 5 Potez 25 A2 quando passarono alla Air France dopo la chiusura dell'Aeropostale nel 1931-32, i velivoli si erano già fatti valere per l'incredibile robustezza, ai comandi di diversi fra i migliori piloti francesi trasportarono corrispondenza in Sud America e attraverso le Ande nelle più difficili condizioni di volo sui terreni accidentati. Per la maggior parte i Potez 25 militari da perlustrazioneerano biposto, servirono nel periodo iniziale della Seconda Guerra Mondiale.

Potez 25, sottotenente Lt Fernand Piéchon, dlla squadriglia 547 del 1mo GAA

Il Potez 25 fu uno egli aeroplani francesi meglio riusciti della sua epoca. Fu messo in servizioin numerose forze aeree, in Francia, ma anche all'estero, in Svizzera, Belgio, Brasile, Croatia, Etiopia, Polonia. La Russia acquistò 2 soli esemplari ritenendo il velivolo equivalente al nuovo Polikarpov. In totale, circa 2.500 aerei furono costruiti in Francia per un numero totale di 4000 esemplari che comprendeva anche la produzione su licenza in numerosi paesi. In Polonia, la licenza di fabbricazione fu acquistata nel 1925 e la produzione fu in seguitoe garantita da Podlaska Wytwórnia Samolotów (PWS), 150 exemplari costruiti negli stabilimenti di Biala Podlaska e da Plage & Laskiewicz, 150 esemplari costruiti nelle fabbriche di Lublin. Testato a Varsavia nel 1928, il Potez 25 fu adattato alle necessità dei polonesi, con degli alettoni sul bordo d'uscita. La produzione della versione polacca cessa nel 1932, con un picco di 300 macchine prodotte nelle versioni osservazione per corta e lunga distanza, e bombardiere di giorno.

Dal 1936, il motore d'origine Lorraine-Dietrich 12 Eb, indisponible in Francia e Polonia fu rimpiazzato da un radiale PZL Bristol Jupiter VIIF più potente.

Bristol Jupiter PZL VIIF

Potez 25 a Setif incidentato 1936