Aeroplani Piper e elicotteri francesi nella guerra d'Algeria

Piper airplanes and French helicopters in the Algerian war

La Francia utilizzò i Piper L-18 e L-21 nella guerra d'Algeria (1954 - 1962) e parzialmente nella guerra d'Indocina (1946 - 1054).

Piper L-18C del PA della 5ª DB a Nedroma (Algeria) nel 1956 (Photo André Bagard)

Piper L-21BM n° 18-2549 Reg BCX dell’ES.ALAT, a Dax equipaggiato di sci

Gli aeroplani Piper ebbero come prima dislocazione gli Aeroclub d'Algeria dove venivano addestrati gli aspiranti piloti del luogo: erano aerei dati in comodato d'uso.
In seguito con il sempre maggiore impegno del Governo francese in Algeria, i Piper furono i primi aerei militari ad apparire in gran numero sulla scena algerina.

Decollo del Piper L-18C dall'aeroporto di Blida Registrazione 10.B.1

La codifica dei Piper comprendeva un'insieme di cifre e lettere (La coccarda circolare venne eliminata per evitare che fosse il bersaglio di franchi tiratori durante il volo):
- 2 cifre per indicare la regione militare dove erano di base gli aeroplani;
- 1 lettera indicante la città il cui l'aeroporto (o aero club) disponeva di aeroplani militari;
- 1 cifra con il numero d'ordine con cui l'aeroporto indicava il velivolo.
Esempio: 10.B.1 - Piper L-18 della 10ª regione militare d'Algeri, aero club di Blida (Algeria), numero dell'aereo 1

Piper L-21 del PMAH 4° DIM e un H-19 che rifornisce il reparto del Generale Bellounis Aflou 1958 (Charles Anciaux)

Gli aerei "prestati" agli Aero club algerini provenivano dall'organico dell'ALAT (Aviazione Leggera dell'Esercito - Aviation Légère de l’Armée de Terre), che li avrebbe impiegati in breve tempo come addestratori dei riservisti. In seguito con il maggior impegno nell'area, l'esercito francese adottava stabilmente il Piper e lo metteva nell'organico dell'aviazione, con il preciso ruolo di aeroplano da osservazione e fotografia, nonché per i collegamenti fra i comandi e per la perlustrazione nell'accompagnamento dei convogli. Questa specializzazione prevedeva la formazione degli ufficiali-osservatori avverrà nelle basi di Cheragas e in seguito a Sidi Bel-Abbes.

Il Gruppo di aeroplani della 5° DB a Djebel-Diss 1960

Il Piper ben si prestava al servizio di osservazione e esplorazione per la capacità di operare in aria per lungo tempo grazie alla sua autonomia, con le sole limitazioni delle ore notturne e situazione metereologica avversa. I Piper nella guerra d'Algeria svolserò un servizio logistico di primordine di appoggio alla mobilità tattica delle forze al suolo.

L'Hangar dell'Aeroclub e a destra la Club House - torre di controllo 1956 – Ain-Temouchent

Piper L-21BM Reg: CHH del GALAT 3 Berrouaghia 1961

L-21 aeroporto El-Aricha 1961

Sergent Maréchal meccanico MdL Barret – Piper L-18 ADH del PMAH 13°DI Aflou 1958 (Charles Anciaux)

Sergent Maréchal MdL pilota Michel Dupont e un L-18 del PMAH 13°DI Aflou 1958

Sergent Maréchal MdL pilota Georges Le Mer et Michel Dupont e un L-21 del PMAH 4°DIM Aflou 1958

Aeroplano di Mascara-Saint André – Luglio 1956

Aeroporto di Breziana Giugno 1961 – L-18 du 2°PA ZOS Foto: Karl Ruth

Piper L-21 del PA 9°DI in volo sulla regione di sur la regione limitrova a Orleansville (città ribattezzata Al-Asnam nel 1962 e Chlef nel 1980) Foto: François Arnaudy

Piper L-18 del PMAH immatricolato al (groupements d'aviation observation de l'artillerie) GAOA 6 - El Milia 1956

Piper L-18 Guelma 1961

L-18 du 2°PA ZOS a Géryville (città dell'Algeria attualmente El Bayadh) Giugno 1961 Foto: Bernard Mignot

Piper L-18 Khenchela 1958

Piper L-21 AFN del 1°PMAH 12°DI Mécheria 1958 Foto: Bernard Seguin

Incidente del Piper L-21BM Reg: ACA, del PA de la 10a DP, a Palestro (attualmente Lakhdaria) il 10 Gennaio 1959 Photo: Roger Andral

Piper L-21 reg: BLE del PA della 12esima DI, nella regione dans la région de Tlemcen 1961 Photo Christian Puech

Piper L-21B reg: BCW del ES.ALAT di Dax

Piper L-21BM Reg: AHI del GALAT nr 9, a l'Alpe d'Huez in febbraio 1962. Dotato di sci insegnante civile Sig. Giraud, precursore della trasformazione