Gli elicotteri architrave della AVES Aviazione dell'Esercito

Excursus per una presentazione

Nella formazione AVES aviazione dell'Esercito una specialità di Forza Armata autonoma nel panorama delle Forze poste a difesa del Paese. All'interno dell'AVES operano gli Elicotteri che sono i protagonisti dello sviluppo dell'Aviazione dell'Esercito e operano in Italia e in tutti i teatri d'operazione a cui l'onu e altri organismi NATO chiedono la con partecipazione

Ingrandisci l'immagine

Le unità di elicotteri sono diventati i mezzi leggeri di maggior impiego che il nostro stato maggiore e ne dispone secondo le richieste dei vari comandi, delle autorità civili per il soccorso e delle organizzazioni internazionali.

La forza aerea dell'esercito nasce negli anni 50 e qualche anno dopo esattamente nel 1953 viene formato il reparto sperimentale elicotteri LINK PRIMI ELICOTTERI con gli elicotteri Bell 47 D-1 e Westland-Sikorsky WS 51 acquistati negli USA.

Ingrandisci l'immagine

Quando nel 1958 si scioglie il Gruppo Sperimentale lo stato Maggiore Esercito mette in cantiere un Centro Elicotteri articolato su un Gruppo Impiego e un Gruppo Scuola, per la formazione teorico-pratica per piloti e specialisti delle tre Forze Armate e del nascendo Gruppo Elicotteri del Comando Generale della Guardia di Finanza.

Ingrandisci l'immagine

AB-205 5° RIGEL EI-282 maggio 2008

Vengono formate nuove unità con base a Casarsa della Delizia e Bolzano ai quali si aggiunse il già costituito 1° RRALE a Bologna.

Gli elicotteri sono ormai divenuti l'architrave nella organizzazione dell'aviazione dell'Esercito che riduce sempre di più la presenza aerea a ala fissa per spostarsi su quella dell'ala rotante spostando il centro operativo a Viterbo chiamato “Centro Addestramento Aviazione Leggera dell’Esercito (CAALE).

Ingrandisci l'immagine

AB-205 EI-267 ALE Graco Boscomantico (VR) marzo 1985

Cominciano ad arrivare nel 1963 gli AB-204 e nel 1965 gli AB-205 contemporaneamente ci fu una trasformazione organica con la creazione Reparti Aviazione Leggera (R.A.L.) e vengono formate le Sezioni Elicotteri di Uso Generale (SEUG) dotati di AB 205 per terminare nel 1967 si aggiunsero 150 elicotteri da ricognizione AB 206.

Viterbo negli anni divenne i bacino a cui attingere il personale per garantire l'operatività dei mezzi aerei: per gli elicotteri venne data una ulteriore formazione ai tecnici già abilitati per gli aerei leggeri e con l'incorporamento di tecnici provenienti dalla scuola allievi sottufficiali di Viterbo.

Ingrandisci l'immagine

AB-205 EI-323 5° RIGEL Casarsa della Delizia(PN) maggio 2008

Era prassi che tutti i piloti prima di accedere all'addetramento CAALE (Centro addestramento aviazione leggera dell'Esercito) dovevano frequentare a Frosinone presso il 72° Stormo un corso baico di abilitazione.

Ingrandisci l'immagine

AB-205 EI-294 con la vecchia mimetica Lido di Venezia anni 70

Ingrandisci l'immagine

AB 205 EI-294 a colori Venezia Lido

A Viterbo nel 1973 vengono ospitati i primi CH 47C “Chinook” provenienti dagli USA la cui presenza in organico fornisce ai reparti elicotteri un mezzo di laghe capacità d'impiego capace di trasportare 40 soldati equipaggiati nonché carichi di 10 tonnellate. METTERE FOTO CHE TRASPORTANO ELICOTTERI ONU

Ingrandisci l'immagine

Boeing CH-47c Chinook I-DPCM

Nel 1975 vengono soppressi RAL ed i REUG e furono creati raggruppamenti alle dipendenze dello SME (Stato Maggiore Esercito) e dei Comandi di C.A (Corpo d'Armata), e l'anno seguente la costituzione del 4° RRALE a Viterbo per far fronte alla forte richiesta di assistenza tecnica alla numerosa flotta dei CH-47C.

Nel 1976 giungono i nuovi A-109 “Hirundo” elicottero biturbina destinato a velivolo d'attacco a terra.

Ingrandisci l'immagine

AB-206 EI-537

In questi anni siamo chiamati con i nostri elicotteri a presidiare il Libano Sud con la forza UNIFIL sotto la diretta approvazione dell'ONU.

Ingrandisci l'immagine

AB-205 con i colori dell'ONU EI-299