Elicotteri, una conquista della tecnologia aeronautica

Impiego degli aeromobili ad ala rotante

Non c'è momento nella vita quotidiana di un paese moderno nel quale non ci sia l'esibizione di un elicottero per i servizi quotidiani: il soccorso, l'antincendio, il lavoro, il trasporto, lo sport, ecc.
Il velivolo è tecnicamente composto da una pala rotante spinta da un motore a pistoni o turbina che gli permette di sollevarsi dal suolo verticalmente. L'elicottero è in grado di trasportare materiali e persone.

Ingrandisci l'immagine

Un velivolo in dotazione all'Esercito Italiano III° RAL di Padova - Identificativo EI-330

L'ingegneria aeronautica ha fatto passi da gigante nel migliorare l'elicottero, l'apoteosi di questo mezzo aereo fu la guerra del Vietnam con l'ampissimo uso del famosissimo Bell UH-1D HUEY.

L'Agusta in cooperazione con la Bell sarà la fabbrica italiana a produrre su licenza e in seguito, progettare e produrre velivoli di elevato livello tecnico famosi in tutto il mondo.

L'elicottero per la sua versatilità viene usato dalle diverse agenzie e corpi dello Stato impegnati nei soccorsi a terra e in mare e da enti e associazioni regionali per l'assistenza sanitaria.

Ingrandisci l'immagine

Vigili del Fuoco Bell AB412 VF-72

Ingrandisci l'immagine

Vigili del Fuoco di Genova Agusta Bell AB412 VF-65

Come si è potuto vedere per i fatti del ponte "Morandi" crollato a Genova, stazionavano in permanenza gli elicotteri bitubina dei Vigili del Fuoco i attesa di evaquare i feriti.

Ingrandisci l'immagine

Chinook CH-47 I-DPCM a Vergiate

Nelle nostre Forze Armate l'elicottero è un elemento fondamentale per l'operatività dei vari reparti.

Gli elicotteri sono in grado di operare nei 15 minuti successivi alla chiamata e trasportare uomini e materiali anche in notevole quantità.
Nei drammatici giorni del terremoto dell'Aquila gli elicotteri dell'Esercito sono intervenuti in cooperazione con la Protezione Civile per l'aiuto alle popolazioni dei luoghi del cataclisma.

Ingrandisci l'immagine

Regione Siciliana I-RMDV Sikorsky SK76 Modello S76 Boccadifalco (PA) 2005

La montagna ha uno scenario territoriale aspro e scosceso nel quale l’elicottero trova maggior utilizzo.
L'intervento del mezzo aereo salva persone oggetto di un incidente oppure in situazione di difficoltà a proseguire nelle loro escursioni.

Per imbarcare la persona salvata direttamente in cabina, oppure un gancio con fune baricentrico posto sotto il velivolo.

Ogni elicottero addetto al soccorso in mare o in montagna è provvisto di verricello laterale per imbarcare la persona salvata direttamente in cabina, oppure un gancio con fune baricentrico posto sotto il velivolo.

Il verricello (chiamato "winch") è una attrezzatura posta a bordo dell'elicottero per calare a terra oppure sollevare, del personale specializzato, o una barella, in luoghi impervi impossibili da raggiungere per vie normali
Il verricello può sollevare pesi fino a 250 chili e il suo cavo di acciaio può avere una lugezza massima di 100 metri

Gli ospedali già da tempo si sono dotati della piazzola di atterraggio per l'elisoccorso con stampata una grande H visibile dal pilota dall'alto.

Ingrandisci l'immagine

Eurocopter EC135
Timisoara agosto 2016 - Identificativo romeno YR-ECR già immatricolato in Germania D-HECR

Fra le caratteristiche che lo rendono insostituibile è la sua capacità di atterrare e decollare in verticale da spazi anche ristretti con la la possibilità di mantenersi in volo stazionario “hovering”, che è quello che avviene quando un elicottero delle squadre antincendio riempie di acqua un recipiente semirigido agganciato in posizione baricentrica sotto l'elicottero.

Ingrandisci l'immagine

Guardia Forestale AB 412 GFS 19 rifornimento d'acqua da una piscina

Negli incendi boschivi ricorrenti in tutte le regioni italiane, l'elicottero e gli aeroplani (Canadair) rivestono un ruolo importantissimo a supporto delle squadre a terra o in autonomia per lo spegnimento di incendi nelle zone impervie.

Canadair dei Vigili del Fuoco in azione

Il Canadair per la lotta al fuoco.

Le navi che incrociano lungo la frontiera marittima italiana, hanno a bordo un elicottero per il salvataggio e la perlustrazione; fa parte della dotazione strutturale della nave.

Sul mare l'elicottero riveste un ruolo insostituibile per la ricerca e per il rapido salvataggio di persone in situazione di pericolo.
Anche la Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Carabinieri, Capitanerie di Porto (Guardia Costiera), Corpo dei Carabinieri Forestali (Corpo Forestale dello Stato), sono dotati di Elicotteri per gli usi isituzionali di sorveglianza, prevenzione, anticrimine e salvaguardia del territorio.

Ingrandisci l'immagine

L'elicottero NH500 della Guardia di Finanza GdF-114 MM81134 Boccadifalco (PA) 2005

L'elettronica ha cambiato molto le capacità operative degli aeromobili e anche gli elicotteri sono stati dotati di strumentazioni avanzate per migliorare le modalità operative.
Gli ampificatori di luce i visori a infrarosso Night Vision Goggles (NVG, occhiali da visione notturna), (FLIR, Forward Looking Infra Red, infrarossi per la visione anteriore) e radar digitali millimetrici.

Negli elicotteri militari destinati alla difesa o al combattimento (helicopter gunship) tutto viene progettato per fare del velivolo uno strumento di attacco a terra e sul mare di ogni genere di obiettivo.
Armato con armi automatiche tradizionali e cannoncini, nonchè missili guidati.

Ingrandisci l'immagine

Elicottero da combattimento Agusta A 129 - EI-908

Nelle guerre regionali che funestano il mondo grande spazio hanno gli elicotteri da combattimento per la distruzioni di blindati o infrastrutture.

Struttura di un elicottero

La grafica di un elicottero con indicate le sue parti mobili.
Abbiamo usato la grafica di uno dei primi elicotteri il Bell 47G la cui struttura molto semplice, ci permette di avere una visione chiara delle parti che lo compongono.
I comandi che permettono al pilota di dirigere un elicottero sono i medesima in tutti i mezzi e sono: il ciclico, il collettivo e la pedaliera.

Grafica delle parti di un elicottero.

Il ciclico serve a dirigere il mezzo.
Il collettivo varia l'incidenza delle pale e dunque aumenta o diminuisce la portanza (capcità di alzarsi o abbassarsi); sulla leva del collettivo troviamo anche il regolatore di velocità del motore e dunque la sua potenza; la pedaliera agisce sul valore della coppia di contrasto e ciò avviene variando il passo del rotore di coda agendo sulla pedaliera.

Ingrandisci l'immagine

Il cruscotto con la strumentazione dell'elicottero AB-205

Basi Elicotteri Militari

Ingrandisci l'immagine

Base di Dobbiaco

 

Addestramento crocerossine a Padova

Ingrandisci l'immagine

Addestramento crocerossine a Padova