Elicotteri incidentati

Fotografie di elicotteri che hanno subito incidenti di varia entità

Ingrandisci l'immagine

Agusta Bell AB-47J incidentato a Fiumicino

Gli elicotteri Bell G47 furono prodotti dall'Agusta con la sigla AB-47J.
Erano la diretta riproduzione dello stesso modello G47H americano "Ranger". Migliorati nella loro struttura e nel motore, erano dotati di quattro posti e furono adottati dall'Aeronautica Militare, dalle altre nostre Forze Armate e dagli organismi di soccorso.
Nella loro utilizzazione e servizio gli Agusta Bell AB-47J si sono dimostrati velivoli sicuri e pochi sono stati gli incidenti mortali.

Ingrandisci l'immagine

Agusta Bell AB-47J incidentato a Fiumicino

Ingrandisci l'immagine

Agusta Bell AB-47J incidentato a Fiumicino

Ingrandisci l'immagine

Agusta Bell AB-47J incidentato a Mortegliano (UD) 23 settembre 1963

Ingrandisci l'immagine

Agusta Bell AB-47J incidentato a Mortegliano (UD) 23 settembre 1963

Ingrandisci l'immagine

Agusta Bell AB-47J con un cavo d'acciao avvolto sull'abero delle pale

Ingrandisci l'immagine

Un Agusta Bell 47-G incidentato in montagna dopo l'urto con i cavi dell'alta tensione.

Ingrandisci l'immagine

Un Agusta Bell 47-G incidentato in montagna dopo l'urto con i cavi dell'alta tensione il 13 settembre 1964.

Autorotazione

In caso di avaria al motore o al rotore di coda il pilota deve eseguire subito un’autorotazione mantenendo una velocità di almeno 64 km/h. A tre metri circa dal suolo, dopo la flare, deve applicare sufficiente passo collettivo e frenare la velocità di discesa mentre tocca il terreno in posizione livellata.

Ingrandisci l'immagine

Un Agusta Bell 47-G incidentato in montagna dopo l'urto con i cavi dell'alta tensione il 13 settembre 1964.

 

Da quello che si può vedere l'aeromobile è rimasto sostanzialmente intero, ha solamente impattato al suolo con una velocità limitata.
Si deve altresì supporre che dopo aver colpito i cavi è entrato in una parziale autorotazione schiacciandosi sui pattini e rimanendo in posizione stabile sul terreno.

Ingrandisci l'immagineAgusta Bell AB 204B

Elicottero dell'Esercito Agusta Bell AB 204B con cerchiato il danneggiamento subito all'alettoe stabilizzatore di coda

Questo elicottero dell'Esercito Italiano Agusta Bell AB-204B con la sigla E.I. 216 e il numero di immatricolazione MM 80316.
Il danno rilevato è cerchiato e ha interessato lo stabilizzatore di coda del lato destro.
Pensiamo che l'urto di relativa grave entità non abbia provacato un reale rischio di caduta per l'elicottero.
Nel rispetto delle procedure di sicurezza hanno portato il comandante, a decidere per un atterraggio forzato sulla sabbia.

Ingrandisci l'immagine

Particolare dello stabilizzatore di coda danneggiato

Ingrandisci l'immagineAgusta Bell AB 204B

Elicottero dell'Esercito Italiano Agusta Bell AB 204B con la sigla E.I. 216 (EI 216)
Numero di immatricolazione MM 80316

Ingrandisci l'immagine

Agusta Bell AB 204 B senza il rotore di coda

Ingrandisci l'immagine

Agusta Bell AB 204 B trasportato