Antonov AN-2 aeroplano multiuso da trasporto

Velivolo concepito e prodotto la prima volta nel 1947, l'An-2 Ŕ stato un validissimo aereo multi uso.
Dotato di un motore unico, stellare con 9 cilindri raffredati ad aria, e una elica 4 pale, Ŕ di derivazione diretta del Wright R-1820 Cyclone, motore universalmento riconosciuto per la sua potenza e durata.
Sei serbatoi assicurano l'alimentazione per un totale di 1200 litri.
Biplano dalle molteplici attivitÓ Ŕ ancora in uso presso diverse Forze aree militari e compagnie aeree civili e ditte di trasporto, sparse per il mondo.

Ingrandisci l'immagineAntonov HA-ABG

Ingrandisci l'immagineAntonov HA-ABG

Antonov HA-ABG nel campo di volo di Balatonkereszt˙r in provincia di Somogy, nell'Ungheria centro-occidentale.
Foto Severino Tognoni 20 settembre 2017

Ingrandisci l'immagineAntonov HA-ABG

Il campo di volo di Balatonkereszt˙r con sullo sfondo i bungalov

Ingrandisci l'immagineAntonov AN-2

Antonov AN-2 Petrosani Romania (Foto: Severino Tognoni)

Prodotto in quasi 15 mila esemplari, ha volato come trasporto passeggeri (12 persone), come cargo e servizio agricolo.

Ingrandisci l'immagineAntonov AN-2

Antonov AN-2 Cluj-Napoca Romania (Foto: Severino Tognoni) 2012

Il carrello biciclo fisso, robustissimo con tralicci di rinforzo, garantisce un atterraggio sicuro anche a pieno carico; aveva la predisposizione per l'istallazione degli sci d'atterraggio su neve.

Antonov AN-2 Oradea aeroporto

Antonov AN-2 Oradea Romania (Foto: Severino Tognoni) 2012

Antonov AN-2 strumentazione

Antonov AN-2 Strumentazione (Foto: )

La strumentazione e i doppi comandi sono di tipo tradizionale.
Alcuni strumenti di radio assistenza non erano stati previsti nella progettazione originale.

In Romania e in altri paesi dell'ex URSS, l'Antonov viene ancora largamente usato.
Non conosciamo lo stato di vetustÓ dei velivoli ne lo standard di manutenzione di quelli attualmente operanti, pertanto non possiamo dare alcun giudizio sull'oportunitÓ di usarlo ancora come trasporto passeggeri e paracadutisti.
Per concludere, una oggettiva valutazione dell'anzianitÓ dell'aeromobile e della qualitÓ della sua operativitÓ ci deve indicare la strada per una sempre maggiore attenzione alla sicurezza dei naviganti.
Lasciando da parte ogni sentimentalismo, pensiamo che in breve tempo si debba procedere alla totale dismissione degli Antonov AN-2 dalle varie Forze Armate, dando loro una seconda vita in linee aeree civili e attraverso una oculata salvaguardia degli esemplari in buono stato con la conservazione nei musei, o ancora, venduti agli aeroclub per le attivitÓ che prevedono voli dimostrativi o meeeting di aerei d'epoca, volanti.

Relitti di aeroplani Antonov AN-2

I relitti che abbiamo visto sono abbandonati in un campo e li sorveglia un pastore che vive in una roulotte.

Ingrandisci l'immagine

Ingrandisci l'immagine

Ingrandisci l'immagine

Ingrandisci l'immagine

Ingrandisci l'immagine

Ingrandisci l'immagine