Volo Ryanair FR4978 che collegava Atene a Vilnius in Lituania
Fatti di Cronaca con Aerei  |  26 Maggio 2021 14:38  |  Article Hits:37  |  A+ | a-
Boeing 737 della Ryanair a Minsk (Bielorussia)
Boeing 737 della Ryanair a Minsk (Bielorussia)
Domenica 23 Maggio 2021 un caccia MiG-29 bielorusso ha intercettato il volo Ryanair FR4978 che collegava Atene a Vilnius in Lituania, mentre si preparava a entrare nello spazio aereo lituano, costringendolo ad attterrare nell'aeroporto di Minsk in Bielorussia. Le autorità aeroportuali della capitale dichiaravano che a bordo era stata segnalata una bomba.
Il Boeing 737, obbligato a cambiare destinazione sostenendo che a bordo era stata segnalata una bomba: per giustificare il dirottamento, le autorità bielorusse citando un grave problema di sicurezza per i passeggeri. Una volta atterrato il Boeing era stato perquisito a fondo e infatti non è stato trovato nulla a bordo. 
Inoltre, questo tipo di allerta richiede un atterraggio di emergenza all'aeroporto più vicino, che in questo caso sarebbe stato Vilnius. Se ci fosse stata una minaccia reale, la deviazione verso Minsk avrebbe quindi rappresentato un pericolo maggiore è inutile per i passeggeri.
Testimoni hanno affermato che l'atterraggio di emergenza a Minsk è stato innescato da una "rissa" iniziata dagli agenti di sicurezza bielorussi, che erano a bordo e che affermavano che un ordigno esplosivo era nell'aereo. Una portavoce degli aeroporti lituani ha affermato di aver ricevuto come prima spiegazione di un conflitto tra i passeggeri e l'equipaggio a bordo.
Quando sono sbarcati i passeggeri è stato arrestato Roman Protasevich, un attivista dell'opposizione che era a bordo e la sua fidanzatra Sofia Sapaga.
La NATO ha denunciato domenica sera "un incidente grave e pericoloso" e ha chiesto un'indagine che si configura come "pirateria aerea".
Nel frattempo, un portavoce del Consiglio europeo ha annunciato che lunedì il vertice Ue discuterà di "possibili sanzioni" contro la Bielorussia.
Domenica sera il velivolo Ryanair, che collegava la Grecia alla Lituania, Paese baltico membro dell'Unione Europea, è stato finalmente autorizzato al decollo dopo una forte reazione dei leader europei, (annunciato su Twitter dal commissario europeo responsabile dei trasporti, Adina Valean, decollato intorno alle 17:15), senza Roman Protasevich benché l'UE avesse chiesto alla Bielorussia di far partire l'aereo con "tutti i suoi passeggeri".
Il ministro degli Esteri dell'Irlanda proprietaria della compagnia Ryanair, Simon Coveney, lunedì ha denunciato come atto di "pirateria di stato" il dirottamento, con un Jet (che ricordiamo e territorio del Paese del quale porta la bandiera) costretto ad atterrare a Minsk, e l'arresto di un avversario politico a bordo.
La Lituania e la Lettonia hanno chiesto agli operatori di volo internazionali di non passare più attraverso lo spazio aereo bielorusso.
La radio irlandese Newstalk ha diffuso questa notizia: "Crediamo che anche gli agenti del KGB siano sbarcati all'aeroporto poichè alcuni passaggeri non si sono reimbarcati quando l'aereo e ripartito per la sua naturale destinazione. Pensiamo che questa sia la prima volta che accade a una compagnia aerea europea".
Da parte sua la Bielorussia ha dichiarato lunedì di aver agito legalmente. "Non c'è dubbio che le azioni dei nostri organi competenti siano state conformi alle regole internazionali", ha detto sul suo sito web il ministero degli Esteri bielorusso, respingendo le "accuse infondate" dei paesi europei, accusati di politicizzare l'incidente. "È dal punto di vista della sicurezza (...) che dobbiamo guardare a questo incidente", ha detto, riferendosi alla minaccia bomba che ha portato all'atterraggio a Minsk del volo Ryanair.

Riferimenti bibliografici e fonte dei testi:
https://www.france24.com/fr/europe/20210525-l-union-européenne-ferme-son-espace-aérien-aux-avions-biélorusses
https://www.france24.com/fr/europe/20210524-avion-détourné-à-minsk-un-acte-criminel-pour-l-ex-pilote-gérard-feldzer
Top