RANS S 17 Stinger
ULM Volo ultraleggero  |  04 Novembre 2020 15:33  |  Article Hits:223  |  A+ | a-
Greg Burt pilota e vola con questo Rans S-17 Stinger ULM a Rangitata Island - Aeroporto South Canter
Greg Burt pilota e vola con questo Rans S-17 Stinger ULM a Rangitata Island - Aeroporto South Canter
RANS S 17 Stinger è fabbricato ancora dalla Rans Aircraft di Hays Kansas nella versione S 18 biposto e fa parte della serie di ULM di nuova generazione, di successo.
Con questo aereo il volo è piacevole per la leggerezza dei comandi; si stacca dal suolo in uno spazio minimo e sale agevolmente. All'atterraggio è dolce ai comandi e per fermarsi una volta al suolo e sufficiente ridurre il motore di quanto basta per fermarsi, quasi senza freno.
Il proprietario Randy Schlitter ha strutturato la sua azienda nella produzione di velivoli "imparentati" fra loro: utilizza moduli gia progettati nei vari velivoli per strutturare i vari modelli proposti per la vendita. Questa tecnica efficace e redditizia permette all'azienda di limitare le scorte, le strumentazioni, la preparazione delle maestranze, ecc, questo agire da agli aeromobili di sua produzione, il caratteristico "aspetto RANS".
L'S 17 è un monoposto di semplice concezione con propulsore Rotax 447 a elica spingente il cui peso complessivo (senza carburante), di 254 libbre pari a 115 kg. L'avviamento è manuale, a corda.
Il Kit di montaggio è di una semplicità sconcertante per l'utilizzo sapiente di bulloni e rivetti. Il manuale è preciso e permette di completare il montaggio in 200 ore.
Il sedile del pilota è comodo e regolabile nella spalliera e nell'avanzamento. La sicurezza dell'imbragatura Hooker lega saldamente il pilota alla cellula; la sensazione e piacevole quando si è in volo e si gusta la sicurezza di fare corpo unico con la cella aperta, visto la mancanza di protezione laterare. 
Il carrello abilmente ammortizzato con ruote abbastanza larghe, permette l'accesso a tutti i tipi di terreno, anche non perfettamente livellati.
Per avviare il motore. Dopo aver azionato il pratico freno di stazionamento sulla leva di comando, si azionano gli interruttori dei magneti presenti nella parte destra dell'ala. Si tira sulla corda di avviamento provvista di maniglia. Vi stupirete quando il motore si avvia con uno o due colpi.
La partenza, e il decollo sono leggeri e lo Stiger si alzerà a 45 MPH con un'angolazione ragguardevole.
Le virate sono piacevoli e possone essere strette senza stress.
Dopo il livellamento una leggera picchiata ci porta rapidamente oltre i 63 MPH, per il massimo divertimento tornare alla velocità di crociera di 50 MPH.
L'avvicinamento per l'atterraggio è da fare da 38 to 45 MPH con motore al minimo. Valutare la distanza e dare un pò di potenza al motore per evitare una planata troppo corta. Ridurre motore e toccare il suolo con il ruotino leggermente in anticipo del treno anteriore; in caso di rimbalzo allungate solamente il percorso di pista. Una buona frenata porterà a fermarmi in meno di 100 piedi. 
Buon divertimento!
 
Top