16 dicembre 2005

Lockheed T-33 Shooting Stars

Nella storia dell'aviazione alcuni velivoli abitualmente in uso a scopo militare o civile, sono stati opportunamente modificati per essere usati come velivoli scuola per il primo addestramento dei piloti e questo avvenne per il Lockheed T-33 .

Per i caccia nati come velivoli monoposto la loro trasformazione in aerei scuola (pilote training), comportava in primis la trasformazione in bibosto (il T-33 nasceva monoposto), istruttore-allievo, come secondo parametro di modifica strutturale era quello di rendere i comandi meno pronti per permettere un rapido intervento dell'istruttore e per ultimo, il completo disarmo.

Ingrandisci l'immagine

Lockheed T-33 con Serena Tognoni - 2005

Lockheed Shooting Star P-80, poi chiamato F-80 furono i primi jet da combattimento subsonici pienamente operativi nell'Esercito Americano - (United States Air Force - USAF).

Ingrandisci l'immagine

Lockheed Shooting Star P-80 Foto: http://www.nationalmuseum.af.mil/

Il Lockheed P-80 e le sue successive modifiche ebbe un tale successo che fu presente per oltre trent'anni nelle forze aeree sud americane, canadesi e mediorientali con i la sigla T-33.

Il Lockheed P-80 Shooting Star was the first jet fighter used operationally by the United States Army Air Forces (USAAF).

Ingrandisci l'immagine

Lockheed XP-80 Shooting Star Lulu Belle Foto: https://www.flickr.com/ - National Air and Space Museum Washington, D.C.

Il primo prototipo, che sarà il precursore di tutti i modelli T-33, fu il Lockheed XP-80 e vede la luce nel 1944, quando l'America è nel suo massimo dello sforzo bellico con una copiosa produzione di aeroplani ad alta tecnologia.

Fu progettato dalla Lockheed Martin Aeronautics Company con lo scopo di mettere in linea un caccia monomotore da combattimento per l'Aeronautica statunitense, giusto alla fine del conflitto (1945) per contrastare il seppur tardivo ma efficace jet tedesco, il Messerschmitt Me 262.
La formale accettazione del velivolo da parte dell'Aeronautica statunitense avvenne il 16 novembre del 1943.

Il primo volo con il primo pilota collaudatore della Lockheed (Lockheed’s chief engineering test pilot), Milo Garrett Burcham , avverrà con il prototipo "Model L-140" con motore inglese H.1B, e sarà il Lockheed XP-80 44-83020, l'8 gennaio 1944, nella base "Muroc Army Air Field" che in seguito divenne l'aeroporto Eduards ("Edwards Air Force Base").

Ingrandisci l'immagine

Havilland Goblin Halford H-1 engine


Lockheed XP-80 Sarà il primo aereo americano a superare la velocità di 500 miglia orarie (805 chilometri all'ora) in volo livellato con motore turbojet Halford H.1B Goblin costruito dall'azienda britannica de Havilland Engine Company.
Questo motore utilizzava un compressore monofase a flusso centrifugo e una turbina a flusso assiale monostadio che produceva 2.460 libbre di spinta.

Sarà la fabbrica de Havilland Engine Company a produrre i motori per il famoso de Havilland DH.100 Vampire. Quattro anni dopo la stessa fabbrica produrrà i nuovi motori (de Havilland Ghost 50 Mk1 turbojet) con compressore centrifugo anziché assiale, che verranno montati sul primo jet passeggeri sella storia il de Havilland DH 106 Comet, fabbricato dalla consorella de Havilland Aircraft Company, fondata nel 1928.

Ingrandisci l'immagine

Motore Turbojet Allison J33 A-23

Constatate le buone caratteristiche aerodinamiche, la buona versatilità, al primo progetto nato con il motore turbojet Halford H.1B Goblin, i progettisti proposero di dotare gli esemplari successivi di un motore General Electric l'Allison J33.
Fu un motore innovativo già testato nei laboratori della statunitense General Electric negli anni quaranta e si dimostrava all'altezza del moderno turbojet, de Havilland Ghost 50 Mk1.

Ingrandisci l'immagine

T-33 abbandonato all'Aeroclub di Foggia

Il Lockheed T-33 Shooting Star diviene una vedette dei jet del dopoguerra rimanendo in produzione fino all'agosto del 1959; fu la longevità dei mezzi a dar prova della qualità della progettazione del velivolo: l' aeronautica boliviana li ritirerà definitivamente dal servizio attivo nel luglio del 2017, dopo 44 anni di servizio attivo.

Per l'aviazione della Marina USA e per i Marines, fu progettato dalla Lockheed l'addestratore trainer TO-2, cambiato in TV-2 e infine T-33B ribattezzato con l'affettuoso soprannome "T-Bird".

Ingrandisci l'immagine

Cessna Tweet T-37B aereo scuola (Foto: Mike Lawson)

Il T-33 rimarrà l'unico addestratore dell'aviazione statunitense fino all'arrivo del Cessna T-37A nel 1957 e il Northrop T-38A nel 1961.

Alla data del 1985 volavano ancora, nelle varie forze aeree degli stati Uniti compresa la Guardia Nazionale, circa 150 aeroplani; molti rimasero in servizio fino al 1987.

Ingrandisci l'immagine

Lockheed T-33 esposto a Valvibrata 2007

Ingrandisci l'immagine

Lockheed T-33 esposto a Valvibrata 2007

Ingrandisci l'immagine

Disegno del T-33

Ingrandisci l'immagine

Grafica e numeri del T-33

Ingrandisci l'immagine

Strumentazione del P-80/F-80 Foto: http://www.nationalmuseum.af.mil/

Ingrandisci l'immagineKlimov VK-1

Motore Jet Sovietico Klimov VK-1 Timisoara Romania

Motore turbojet "Klimov VK-1" progettato da Vladimir Âkovlevic Klimov e equipaggiava il Mikoyan-Gurevich "MiG-15"

Ingrandisci l'immagineMotore Jet Sovietico Klimov VK-1 Timisoara(Foto: Severino Tognoni)

Motore Jet Sovietico Klimov VK-1 Timisoara

Ingrandisci l'immagineMotore Jet Sovietico Klimov VK-1 Timisoara(Foto: Severino Tognoni)